Cellulari, le vendite vanno indietro e il ribaltone promuove nuovi marchi

febbraio 10, 2009 by · Leave a Comment
Filed under: Cellulari, Rassegna stampa 

«Per adesso, le stime parlano di un decremento delle vendite di telefonini nel mondo dell’1,1% a fine anno, e sarà la prima volta dal 2001». Carolina Milanesi, direttore di ricerca per il settore Mobile di Gartner, sottolinea con il tono il «per adesso». Il 2008 si è chiuso ancora con l’ennesima crescita, del 7,8% in termini di volumi, disegnando l’ennesima tappa di una discesa inesorabile: nel 2006 si erano venduti nel mondo il 20% di cellulari in più dell’anno prima; nel 2007 il 16% in più del 2006.
Come si vede, in questa frenata del comparto dell’elettronica di consumo più ricco e dinamico del mondo non dipende tutto dalla recessione, visto che la tendenza al calo è in atto da tempo. Ma questa ha sicuramente ha accelerato le cose. E aggiunto parecchio del suo. Quando questa crisi sarà finita le cose non saranno più come prima: questo non è un semplice rallentamento, finito il quale la giostra ripartirà. E’ invece l’inizio di una mutazione genetica di questo mercato. Che sarà sempre più dominato dal software che non dall’hardware, come ora. In cui i servizi non saranno più solo appannaggio degli operatori mobili ma diverranno terreno di caccia dei «manifatturieri», sul modello della iTunes di Apple. Un mercato infine in cui ci sarà un forte ricambio di protagonisti. Dalla Top 5 di Gartner a fine anno sarà probabilmente sparita Motorola, già oggi aggrappata a malapena al quinto posto, e verrà sostituita da uno tra Rim, Apple o magari addirittura dalla cinese Zte.

 

Continua a leggere l’articolo  di STEFANO CARLI su Affari e Finanza di Repubblica


Intraprendere Blog Network

Magazine Blog Network, è ad oggi il più grande network italiano di blog professionali. Per proporci delle partnership, cambi, collaborazioni, avere informazioni pubblicitarie, inviarci un comunicato stampa contattateci. Il network è gestito da Ariapertalab, casa editrice e laboratorio di idee guidato da Giuseppe Piro.


il nostro network