Come inviare file di notevoli dimensioni

Chi cerca di inviare file di grandi dimensioni via posta elettronica si trova davanti ad alcuni aspetti problematici, ad esempio il classico errore “mailbox over quota”, che indica che il destinatario ha la casella di posta piena o non ha spazio sufficiente a ricevere file di grandi dimensioni. La spedizione di allegati pesanti è poco vantaggiosa anche il mittente, soprattutto se archivia i messaggi inviati.

In poco tempo si troverà con immagini, archivi zip, pdf che occupano molto spazio nella cartella di posta inviata, sia se si utilizza un client di posta installato sul computer, sia a chi utilizza un client di posta web based. Penso, in questo secondo caso, a Gmail, Libero o Yahoo.

Per far fronte a queste problematiche sono nati diversi software per inviare file pesanti senza intasare le caselle di posta, né dei destinatari, né dei mittenti. In generale questi nuovi servizi per l’invio del materiale prevedono un link a cui si può scaricare il documento allegato. Vediamo una rapida panoramica di questi servizi.

Inviare file di grandi dimensioni: le soluzioni disponibili

Come detto, online si trovano diversi servizi per l’invio di file di grandi dimensioni, che analizziamo qui brevemente.

  1. WeTransfer è il servizio che consigliamo maggiormente dato che è facile da usare, gratuito, efficiente e non richiede registrazioni. Con We transfer è possibile inviare file grandi fino a 2GB, dimensione che sale a 20GB se si usa la versione a pagamento WeTransfer Plus.
  2. CloudApp: permette di condividere materiale con amici e colleghi, clienti e collaboratori e integra la possibilità di creare uno screenshot o salvare un video direttamente nell’app per poi allegarlo alla mail.
  3. Jumbomail: oggi il servizio permette di inviare gratis file grandi fino a 2GB, dimensione che sale a 5GB se si condivide la pagina su Facebook. La durata di conservazione dei file nei piani gratuiti è pari a 7 giorni e, se si scelgono i piani a pagamento, si possono inviare file fino a 20GB.

La nostra scelta: WeTransfer per l’invio di file pesanti

Tornando a We Transfer, questa soluzione è sicuramente la più immediata e diffusa per inviare documenti, foto e video di grandi dimensioni. Si tratta di una alternativa valida alla tradizionale posta elettronica e tra i vantaggi offerti c’è la possibilità di inviare file ZIP.

Chi sceglie di usare WeTransfer ha accesso a un servizio gratuito, disponibile anche in italiano e che permette la condivisione di file fino a 2GB. Il materiale caricato su WeTransfer resta sul server per 7 giorni e può essere scaricato dal destinatario anche più volte.

Non basta? Allora per voi c’è WeTransfer Plus con la possibilità di caricare file fino a 20GB, proteggerli con una password e impostare la data di scadenza, oltre a poter personalizzare lo sfondo di WeTransfer.

Anche il funzionamento è molto semplice: dalla schermata iniziale si ha accesso a quattro campi: uno per il caricamento dei file, uno per gli indirizzi dei destinatari, uno per l’indirizzo del mittente e uno per inserire un messaggio di accompagnamento al file inviato. Poche informazioni, semplici ed essenziali, che permettono a tutti, e anche a chi non è esperto di informatica, di utilizzare WeTransfer.

Questi sono i principali motivi per cui lo preferiamo agli altri servizi indicati in questo post.

Altre soluzioni per l’invio di file di grandi dimensioni

Oltre ai servizi qui indicati, ci sono altri modi per condividere materiale pesante online con altre persone. Tra queste segnaliamo Dropbox o il servizio Box.com. Si tratta di servizi di cloud storage da sempre apprezzati e richiesti dagli utenti e con un funzionamento ben diverso da WeTransfer.

Caratteristiche costi e vantaggi delle tende da sole

Quando si tratta di scegliere quali tende da sole acquistare, bisogna valutare vari elementi, sia fattori che riguardano puramente l’aspetto economico e quindi i costi da affrontare, sia le caratteristiche tecniche cercando ovviamente il prodotto che più si avvicini a quelle che sono le nostre richieste e necessità.

La soluzione più economica di tutte, e anche quella con la più facile, è installare una tenda da sole a caduta. Sono quelle tende che semplicemente scendono in verticale a filo facciata ed hanno un costo che varia dai 50 ai 60 euro al mq. Per tutte le varie tipologie di tende, bisogna sempre ricordare che è anche il tessuto della stessa ad influire sul costo finale. Tradizionalmente le tende da sole sono realizzate con tessuto 100% acrilico, ma in tempi più recenti non di rado alcuni hanno preferito tende in PVC. Le funzionalità sono ovviamente diverse.

Generalmente i tessuti in acrilico hanno dalla loro parte una grande resistenza, soprattutto all’usura del tempo e dell’azione solare.

Le tende in PVC hanno invece un invidiabile caratteristica che le rende poco soggette allo sporco. Mentre il tessuto in acrilico tende ad assorbire maggiormente l’inevitabile sporcizia creata dagli agenti esterni, il PVC è facilmente e velocemente pulibile. Sono tende che hanno anche una maggiore azione isolante, e questo le rende più indicate anche a protezione degli ambienti durante la stagione autunnale.

L’evoluzione delle tende da sole a caduta è rappresentata dalla tenda da sole a bracci. Grazie alla sua struttura, che prevede appunto dei bracci su cui far scorrere la tenda, si può facilmente aprirla e chiuderla a seconda delle proprie esigenze. In questo caso il prezzo può variare tra i 110 e i 150 euro al mq, a seconda anche del tipo di materiale che viene utilizzato e del meccanismo di apertura.

La movimentazione del telo, infatti, può avvenire manualmente con una manovella o con motore radiocomandato per automatizzare le tende. Se si propende per una scelta che prevede un meccanismo motorizzato, questo andrà ad incidere all’incirca del 20% in più sul costo dell’intera installazione. A volte le tende con meccanismo motorizzato prevedono anche l’utilizzo di sensori che agiscono in base alla pioggia o al vento; calcolando l’intensità degli agenti atmosferici, permettono alla tenda di chiudersi o aprirsi a seconda della circostanza.

Se le tende sono destinate ad attività commerciali, quasi sempre la scelta ricadrà sulle classiche tende a cappottina, caratterizzate da una forma bombata. Oltre ad ombreggiare hanno anche il pregio di valorizzare la vetrina o l’ingresso del negozio.

Ci sono infine le tende da sole a scorrimento orizzontale, adatte per poter rendere più confortevole uno spazio all’aperto attiguo all’abitazione come un piccolo giardino o un cortile. Anche in questo caso sarà il tipo di tessuto ad influire sul prezzo, che andrà dai 50 euro fino a circa 120 euro al mq.