Microsoft Windows Azure : la nuova perla del cloud computing

luglio 7, 2011 by · Leave a Comment
Filed under: Applicazioni 

Windows Azure rappresenta un nuovo sistema operativo di servizi in cloud che assolve la funzione di ambiente di sviluppo, servizio di hosting, nonché servizio di management. E’ notevole quello che Windows Azure permette di usufruire agli sviluppatori , mediante i data center Microsoft. Gli sviluppatori potranno beneficiare dei servizi di hosting, di una grande scalabilità e dei servizi di gestione su internet per tutte le loro applicazioni web.

Microsoft Windows Azure, sostanzialmente, non fa altro che accogliere sui propri server le applicazioni dei clienti. Windows Azure gode di una piattaforma interoperabile e flessibile che permette di generare nuove applicazioni che possono essere eseguite nell’ ambito del cloud computing oppure rendere più efficienti le applicazioni esistenti  per mezzo di strumenti basati su cloud.

Con Windows Azure, sarà più semplice gestire ed utilizzare le applicazioni  in quanto garantisce una buona capacità computazionale on-demand, nonché funzionalità di archiviazione che permettono di gestire al meglio tutti i servizi Web e le applicazioni correlate.

Windows Azure, perciò, è un ottimo strumento per facilitare il lavoro di aziende od organizzazioni che hanno bisogno di portare le applicazioni locali esistenti nell’ambito del cloud computing , rendendole, poi, più complete con servizi che si fondano proprio sul cloud computing. Windows Azure è fondamentale anche per ISV che necessitano di elevati livelli di scalabilità, con grande sfera d’azione e basso livello di sovraccarico amministrativo. E’ opportuno segnalare, poi, che non potranno fare a meno di Windows Azure gli sviluppatori web e di applicazioni che vogliono continuare a lavorare, basandosi sulla loro esperienza , e con strumenti che sanno ben utilizzare. La piattaforma Windows Azure consta essenzialmente di alcuni elementi fondamentali quali : Windows Azure, Microsoft SQL Azure, il service bus Windows Azure AppFabric, nonché i servizi di Access Control e i Windows Azure Content Delivery Network (CDN).

La funzionalità di Microsoft SQL Azure è quella di allargare le funzionalità di Microsoft SQL Server nell’ambiente del cloud computing , nella veste di database relazionale distribuito, che si fonda sul Web. Windows Azure AppFabric , invece, fa si che gli sviluppatori possano connettere applicazioni e servizi nell’ambiente di cloud computing o in locale  e 5n63tre permette di usufruire di un service bus. Per ciò che concerne la sicurezza, poi, c’è da dire che Windows Azure offre strumenti di autenticazione dell’accesso e crittografia over-the-wire. Le applicazioni ed i servizi di Windows Azure sono studiati e concepiti dagli sviluppatori mediante mezzi e modelli di programmazione noti e conosciuti,come , ad esempio, Visual Studio 2010.

In estrema sintesi , Windows Azure agevola la vita quando si deve operare in determinati ambiti , come ad esempio : servizi di calcolo, database, memorizzazione di dati, CDN (Content Delivery Network).

Coloro che vogliono avere maggiori informazioni in merito a Microsoft Windows Azure, possono andare sul sito: http://www.microsoft.com/italy/beit/eventi/azure/index.aspx , oppure su http://www.microsoft.com/italy/beit/msdn.aspx?video=Windows-Azure .

Tutti gli specialisti che sono attratti dal desiderio di provare Windows Azure  lo potranno fare gratuitamente mediante il “Free Trial Introductory Special”, ossia un servizio di Microsoft che permette agli utenti di giudicare con attenzione tutte le funzionalità e le prestazioni di Azure e verificare, quindi, se la piattaforma consente effettivamente di sviluppare le cose in modo migliore, così come promette la Microsoft.

Un nuovo progetto e un nuovo consorzio dell’Unione Europea per sviluppare soluzioni avanzate per la sicurezza del cloud computing

novembre 23, 2010 by · Leave a Comment
Filed under: Aziende 

Oggi un consorzio europeo, che comprende IBM, Sirrix AG security technologies, i fornitori di energia e soluzioni portoghesi Energias de Portugal ed EFACEC, l’ ospedale San Raffaele (Italia) e diverse altre organizzazioni di ricerca europee accademiche e aziendali, hanno annunciato il nuovo progetto Trustworthy Clouds o TCLOUDS. L’obiettivo è creare il prototipo di un’infrastruttura cloud avanzata, in grado di fornire un nuovo livello di calcolo e storage sicuro, privato e resiliente, che sia efficiente in termini di costi, semplice e scalabile.

Per dimostrare TCLOUDS, gli scienziati creeranno il prototipo di due scenari, che coinvolgono sistemi IT critici.

• Una rete energetica intelligente, con i fornitori leader portoghesi di energia e soluzioni Energias de Portugal ed EFACEC: una combinazione di contatori intelligenti e un sistema di controllo dello stato e del consumo energetico in tempo reale, basato sul web, che consente ai fornitori di servizi di pubblica utilità di monitorare e controllare con efficienza una rete di illuminazione pubblica. TCLOUDS mostrerà come è possibile migrare tali sistemi a risparmio energetico verso un’infrastruttura cloud, aumentandone al contempo la resilienza, la protezione della privacy e la tolleranza, sia dagli hacker che dai guasti hardware.

• Un servizio di assistenza sanitaria domiciliare per i pazienti con l’Ospedale San Raffaele di Milano, che monitorerà, eseguirà la diagnosi e assisterà in remoto i pazienti al di fuori del contesto ospedaliero. L’intero ciclo di vita, dalla prescrizione all’erogazione, assunzione e rimborso, sarà archiviato in modo sicuro nel cloud e sarà quindi accessibile per i pazienti, i medici e il personale di farmacia. L’obiettivo è dimostrare come la qualità dell’assistenza sanitaria domiciliare può essere migliorata in modo efficiente in termini di costi, senza compromettere la privacy.

“Oggi i dati possono essere raccolti ovunque e sono accessibili con qualsiasi mezzo, ma questo non è privo di rischi per problemi di sicurezza e o possibilità di perdita dei dati”, commenta il Dr. Matthias Schunter, technical leader per TCLOUDS e computer scientist in IBM Research – Zurigo. “Con TCLOUDS puntiamo a dimostrare quanti benefici, sia in termini di efficienze di costi che di servizi più intelligenti, possono dare soluzioni avanzate di Cloud computing soprattutto in certi settori come nell’assistenza sanitaria e nel campo dell’energia, dove comunque la privacy è importante.”

All’interno dei TCLOUD

Proteggere dati e servizi nel cloud è una sfida sempre più importante per imprese pubbliche e private, in tutti i settori. In un ambiente cloud, tutti i dati pertinenti sono archiviati su hardware remoto via Internet, anziché essere conservati su un server o computer locale.

Per raggiungere i livelli di sicurezza, resilienza e scalabilità necessari quando vengono gestiti esternarmente sistemi IT critici in un cloud, i ricercati costruiranno un framework avanzato “Cloud di Cloud” per il progetto. Come suggerisce il nome, questo framework fornirà backup multipli dei dati e delle applicazioni nei TCLOUDS, in caso di un guasto hardware o intrusione.

Saranno sviluppati anche meccanismi di sicurezza di nuova concezione, per verificare in remoto la sicurezza e la resilienza dell’infrastruttura cloud, garantendo l’integrità di una piattaforma di cloud computing temprata per gli utenti dei servizi cloud.

Oltre alla tecnologia avanzata, TCLOUDS studierà anche gli aspetti legali, commerciali e sociali del cloud computing transnazionale, come le leggi in tema di privacy specifiche dei vari Paesi, la stesura di contratti di servizio e i requisiti centrati sull’utente, come le lingue e l’accessibilità.

TCLOUDS è un progetto da 10,5 milioni di euro, di cui 7,5 milioni finanziati nell’ambito del settimo programma quadro (FP7) dell’Unione Europea. Il progetto sarà coordinato da Technikon Research and Planning in Austria e i partner comprendono società private e organizzazioni pubbliche: IBM – Centro di Ricerca di Zurigo, Philips Electronics, Sirrix AG, Unabhängiges Landeszentrum für Datenschutz Schleswig-Holstein, Energias de Portugal, EFACEC e l’Ospedale San Raffaele, oltre a istituti di ricerca accademici: Technische Universität Darmstadt, Germania; Università di Lisbona, Portogallo; Università di Oxford, Inghilterra; Politecnico di Torino, Italia; Università Friedrich-Alexander di Erlangen-Norimberga, Germania e Università di Maastricht, Paesi Bassi.

“TCLOUDS è il progetto di ricerca sulla sicurezza del cloud più innovativo in Europa. Abbiamo quindi riunito gli esperti più prestigiosi per validare il livello di preparazione di questi ambienti in hosting per l’assoluta sicurezza dei dati”, commenta il Dr. Klaus-Michael Koch, project coordinator, Technikon Research and Planning.

Intraprendere Blog Network

Magazine Blog Network, è ad oggi il più grande network italiano di blog professionali. Per proporci delle partnership, cambi, collaborazioni, avere informazioni pubblicitarie, inviarci un comunicato stampa contattateci. Il network è gestito da Ariapertalab, casa editrice e laboratorio di idee guidato da Giuseppe Piro.


il nostro network