Il report Mcafee sulle minacce per il secondo trimestre 2009 rivela livelli record per spam e botnet

luglio 29, 2009 by · Leave a Comment
Filed under: Antivirus, Virus 

 

Il report Mcafee sulle minacce per il secondo trimestre 2009 rivela livelli record per spam e botnet

 

I risultati mostrano che il malware AutoRun rappresenta una minaccia decisamente più temibile di Conficker

Black Hat Conference, Las Vegas, 29 luglio, 2009 – I volumi di spam sono cresciuti del 141% dal mese di marzo, prolungando la più lunga ondata di sempre in termini di crescita di spam, secondo il report sulle minacce per il secondo trimestre 2009 di McAfee, Inc. (NYSE: MFE) pubblicato oggi. L’indagine evidenzia inoltre l’allarmante espansione di botnet e di minacce di malware AutoRun, ovvero ad esecuzione automatica.
Oltre 14 milioni di computer sono stati colpiti da botnet di criminali informatici, superando di un ulteriore 16% la crescita del trimestre precedente. Il report ha confermato le previsioni di McAfee del primo trimestre secondo cui l’ ondata di botnet avrebbe ridefinito i livelli massimi di spam, superando il precedente picco di ottobre 2008, prima della chiusura di McColo, l’ISP che distribuiva spam.
I ricercatori McAfee hanno inoltre rilevato che, nell’arco di 30 giorni, il malware AutoRun ha infettato oltre 27 milioni di file. Questo tipo di malware, che sfrutta le funzionalità Auto-Run di Windows, non richiede alcuna azione da parte dell’utente per attivarsi, e spesso viene diffuso tramite dispositivi USB portatili. Il tasso di rilevamento supera del 400% persino il devastante worm Conficker, rendendo AutoRun il tipo di malware numero uno rilevato nel mondo.
L’aumento di attività a livello di bot e spam a cui si è assistito nel corso degli ultimi tre anni è allarmante, e la minaccia del malware ad esecuzione automatica continua a crescere,” ha affermato Mike Gallagher, Senior Vice President and Chief Technology Officer dei McAfee Avert Labs. “L’espansione di queste infezioni ci ricorda il preoccupante danno potenziale che può essere causato da computer non protetti nelle nostre case e sul posto di lavoro.”

La crescita di Botnet genera nuovi attacchi cibernetici e l’aumento di spam
Altri quattordici milioni di computer sono stati trasformati in botnet questo trimestre, arrivando a una media di oltre 150.000 computer infettati quotidianamente, o al 20% dei personal computer acquistati ogni giorno (Fonte: Gartner 2009).


La Corea del Sud è stata interessata dal più ampio aumento di attività di bot, con un aumento del 45% di nuovi computer infettati nel corso dell’ultimo trimestre. Tali botnet sono state utilizzate per eseguire attacchi DDoS contro la Casa Bianca, il New York Stock Exchange e il sito web del governo sud coreano a inizio luglio.
Se la crescita in Sud Corea è significativa, rappresenta meno del 4% di tutti i nuovi bot nel mondo. Gli Stati Uniti rappresentano il 15% di nuovi computer zombie.
L’espansione di botnet rappresenta inoltre il motore principale della crescita di volume di spam, che è ora al 92% di tutte le e-mail. I volumi di spam hanno ora superato del 20% i record più elevati, crescendo a una velocità costante di circa il 33% ogni mese. In altri termini, i volumi di spam crescono di oltre 117 miliardi di email ogni giorno.

Crimine informatico “as a service”
Mentre il numero di botnet continua a crescere, gli scrittori di malware hanno iniziato a offrire software malevoloas a service” a coloro che controllano le botnet. Attraverso lo scambio o la vendita di risorse, i criminali informatici distribuiscono istantaneamente nuovo malware a un pubblico più vasto. Programmi come Zeus – strumento di semplice utilizzo per la creazione di Trojan – continuano a rendere sempre più facile la creazione e la gestione di malware.

I cybercriminali puntano a Twitter e ai Social Network
Negli ultimi tre mesi, l’aumento di popolarità ha reso Twitter un nuovo obiettivo per i cybercriminali. Malware come il worm Mikeey e nuove varianti del Trojan Koobface attaccano gli utenti attraverso messaggi tweet e URL abbreviati. Gli account di spam su Twitter stanno diventando sempre più diffusi. Gli account amministrativi di Twitter sono stati inoltre colpiti in diverse occasioni, offrendo ai criminali informatici accesso ad account privati di celebrità e politici, come Britney Spears e Barack Obama, permettendo persino la pubblicazione sul Web di documenti finanziari e informazioni strategiche sensibili.
Facebook e MySpace rimangono forti vettori di attacco per i cybercriminali. A maggio, i messaggi sui social network hanno diretto gli utenti a 4300 nuovi file Koobface.

Il report McAfee sulle minacce per il secondo trimestre 2009 è disponibile qui: (http://www.mcafee.com/us/local_content/reports/6623rpt_avert_threat_0709_it.pdf )

A proposito di McAfee, Inc.
Con sede principale a Santa Clara, California, McAfee Inc., è la principale azienda focalizzata sulle tecnologie di sicurezza. McAfee è costantemente impegnata nella lotta contro le più pericolose minacce alla sicurezza. L’azienda offre prodotti e servizi di sicurezza riconosciuti e proattivi che proteggono sistemi e reti in tutto il mondo, consentendo agli utenti di navigare ed effettuare acquisti sul web in modo sicuro. Grazie a un riconosciuto team di ricerca, McAfee crea soluzioni innovative che proteggono gli utenti consumer, aziende, pubblica amministrazione e service provider consentendo loro di essere conformi alle normative, proteggere i dati, evitare interruzioni delle attività, identificare le vulnerabilità e monitorare e migliorare costantemente la loro sicurezza.
Ulteriori informazioni sono disponibili su Internet all’indirizzo: www.mcafee.com .

 

Se ti è piaciuto questo articolo potresti essere interessato a questo blog dedicato alla Rivoluzione Tecnologica.


I prodotti LSI SAS a 6Gb/s sono stati scelti da importanti marchi dello storage per realizzare le piattaforme di storage esterno di nuova generazione

luglio 29, 2009 by · Leave a Comment
Filed under: Aziende, Nuovi prodotti 

 

I prodotti LSI SAS a 6Gb/s sono stati scelti da importanti marchi dello storage per realizzare le piattaforme di storage esterno di nuova generazione

Dot Hill, Infortrend, NEC e Xyratex hanno scelto le soluzioni di storage esterno SAS a 6Gb/s di LSI, fra cui chip controller ed expander e schede bridge SAS-SATA

Milpitas, California, 29 luglio 2009 – LSI Corporation (NYSE: LSI) ha annunciato che Dot Hill, Infortrend, NEC e Xyratex hanno scelto le soluzioni SAS a 6 Gb/s di LSI per realizzare le loro piattaforme di storage esterno di nuova generazione. Come leader del segmento di mercato SAS con oltre 13 milioni di chip SAS consegnati in tutto il mondo, LSI è l’unica azienda in grado di fornire un catalogo completo di prodotti SAS a 6Gb/s per applicazioni di storage esterno, fra cui chip controller ed expander SAS e schede bridge SAS-SATA.

“Offrendo ai clienti OEM una famiglia completa di soluzioni pronte per la produzione di applicazioni di storage esterno, LSI permette la crescita della tecnologia d’interfaccia SAS nello storage esterno,” ha dichiarato Steve Fingerhut, direttore senior del marketing del Storage Components Group di LSI. “E poiché il nostro catalogo SAS a 6Gb/s si regge sulle spalle dei nostri comprovati prodotti SAS a 3Gb/s, siamo in grado di fornire agli OEM rischi ridotti e una offerta vantaggiosa in grado di ridurre il time-to-market.”
LSI offre un controller SAS+SATA a 6Gb/s a 8 porte progettato per server blade, entry e mid-range oltre che sistemi di storage esterno; una famiglia di expander SAS a 6Gb/s (da 24, 28 e 36 porte) che permettono a più host e target di collegarsi attraverso un dispositivo di switching per una maggiore scalabilità, e schede bridge SAS-SATA che permettono di inserire drive SATA da 2,5” e 3,5” preesistenti in ambienti di storage enterprise potenziati con funzionalità essenziali per quella classe. I prodotti sono già in consegna e sono supportati da una gamma completa di software chiavi in mano progettati per minimizzare i costi d’integrazione per gli OEM e per accelerare il time-to-market.

Secondo le stime del settore, l’adozione di SAS a 6Gb/s da parte del mercato comincerà con il rilascio di componenti e dispositivi SAS individuali, per accelerare quando i più importanti OEM cominceranno le consegne di massa di server e sistemi di storage esterno basati su SAS a 6Gb/s. L’adozione di massa dei server SAS a 6Gb/s è stimato che avvenga entro la fine dell’anno, seguita dalla disponibilità di sistemi di storage esterno nella prima metà del 2010.

A partire dall’introduzione della tecnologia SAS, LSI ha fornito prodotti leader di settore su tutto il suo catalogo di chip controller, expander, adattatori MegaRAID e host bus, soluzioni RAID-on-motherboard e sistemi di storage. Con l’offerta delle migliori tecnologie SAS nelle loro classi, ampia interoperabilità e supporto single-vendor, LSI è il fornitore di fiducia dal silicio al sistema per gli OEM che vogliano fornire un’ampia gamma di soluzioni di storage.

Potete trovare ulteriori informazioni sul catalogo SAS completo di LSI su www.lsi.com/sas


Chi è  LSI Corporation (NYSE: LSI) è uno dei principali produttori di tecnologie innovative su silicio, sistemi e software alla base di prodotti che riuniscono in maniera trasparente persone, informazioni e contenuti digitali. L’azienda offre un ampio catalogo di possibilità e servizi che comprende IC standard e chip personalizzati, adattatori, sistemi e software impiegati dai più noti marchi mondiali per creare le soluzioni leader sul mercato Storage e Networking.

Nota per il redattore: citazioni aziendali in ordine alfabetico.

“Dot Hill applica un’architettura di storage dinamica e altamente modulare per favorire gli OEM sul mercato dello storage di massa,” ha detto Andy Mills, vicepresidente marketing di Dot Hill. “Ci affidiamo a partner forti quali LSI per aiutarci a produrre nuove tecnologie come SAS a 6Gb/s. I risultati finali per i nostri clienti sono leadership tecnologica e soluzioni affidabili.” (www.dothill.com )

“Infortrend ha assunto un ruolo di leader nell’ innovazione tecnica per le soluzioni di storage RAID e LSI è uno dei partner chiave con cui stiamo lavorando per fornire al mercato soluzioni di storage SAS a 6Gb/s di alta qualità,” ha detto Thomas Kao, direttore della pianificazione prodotti e marketing globale di Infortrend Technology Inc. “Condividiamo l’impegno nell’aiutare gli utenti a soddisfare impegnativi requisiti applicativi, e in cambio realizzare grandi ritorni di business con le migliori soluzioni di storage possibili.” (www.infortrend.com )

“LSI e la sua tecnologia SAS a 6Gb/s leader di mercato permettono a NEC di progettare prodotti di storage che soddisfino le necessità di prestazioni, scalabilità e affidabilità dei nostri clienti di tutto il mondo,” ha detto Tetsuyuki Hishikawa, capo manager della divisione Prodotti di Storage di NEC. “La nostra preziosa tradizione di cooperazione avvantaggia entrambe le aziende, e fornisce le migliori soluzioni possibili ai nostri clienti.” (www.nec.com )

“Xyratex ha una tradizione nel fornire al mercato importanti soluzioni di storage, e il nostro sostegno alla tecnologia di bridging SAS-SATA di LSI continua tale storia di innovazione dei prodotti,” ha detto Paul Vogt, direttore senior del product management per le soluzioni di storage di rete di Xyratex. “Siamo ansiosi di lavorare con LSI per migliorare la tecnologia SAS/SATA a 6Gb/s, che ci permette di offrire sistemi abbordabili, ad alte prestazioni e ad alta affidabilità che guidano il successo dei nostri clienti.” (www.xyratex.com )


Mcafee, inc. GUIDA IL RINNOVAMENTO DELL’APPROCCIO DELLE AZIENDE ALLA SICUREZZA

luglio 8, 2009 by · Leave a Comment
Filed under: Antivirus, sicurezza informatica 

McAfee ePolicy Orchestrator 4.5 rappresenta la base per un’architettura ottimizzata di sicurezza per migliori funzioni di protezione, conformità ed efficienza nella gestione

SANTA CLARA, California, – 8 luglio 2009 – Come parte del proprio impegno nel fornire una protezione ineguagliata ad aziende ed enti pubblici, McAfee Inc. (NYSE: MFE) ha annunciato oggi la release 4.5 di McAfee® ePolicy Orchestrator® (ePO™) che aiutale aziende a proteggersi da un’enorme quantità di minacce in costante crescita.
I dati rilevati dai McAfee Avert Labs indicano che nell’ultimo anno gli attacchi contro le informazioni digitali sono cresciuti di oltre il 500%. Secondo gli analisti di mercato, una grande impresa può avere fino a 200 diversi fornitori di sicurezza. Tale situazione comporta costi elevati e una significativa complessità, oltre a fornire una protezione non adatta, dal momento che tali strumenti generalmente non sono in grado di condividere informazioni, coordinare le comunicazioni di intelligence delle minacce o di correlare gli eventi di sicurezza. Per affrontare tali sfide, le aziende più lungimiranti si stanno indirizzando verso offerte integrate per raggiungere una migliore sicurezza riducendo i costi.
Per la realizzazione di un’architettura di sicurezza ottimizzata, caratterizzata dai livelli di protezione più elevati e dai livelli di rischio e costi più bassi possibile, le aziende devono prendere in considerazione quattro elementi fondamentali:
Difesa integrata di reti e sistemi per fornire la migliore protezione multilivello in modo coordinato e correlato per varie contromisure e sensori di sicurezza.
Conformità automatizzata strettamente integrata con il migliore ecosistema di sicurezza per consentire alle aziende di raggiungere e mantenere la conformità attraverso un approccio basato sull’analisi del rischio e di semplificare il rispetto delle scadenze del crescente elenco di normative di conformità.
Intelligence sulle minacce in tempo reale che offre funzionalità di rilevamento e di aggiornamento in-the-cloud, copertura per tutti i cinque principali vettori di minacce, analisi della reputazione, visibilità sull’intera rete internet e un team dedicato di ricercatori esperti di sicurezza.
Una piattaforma aperta per la gestione della sicurezza che offre una singola console di gestione, funzioni di integrazione con ambienti multi vendor e visibilità completa end-to-end del panorama della sicurezza.

McAfee ePO 4.5 aiuta risponde a questi quattro elementi poiché è la prima e unica piattaforma di gestione della sicurezza in grado di gestire centralmente soluzione di rete, sistemi, dati e conformità costantemente aggiornata in tempo reale dalle tecnologie di Global Threat Intelligence di McAfee (che includono Artemis e TrustedSource). Quest’ultima release di ePO migliora la scalabilità, mette a disposizione una nuova interfaccia di gestione Web, offre un nuovo flusso di lavoro e un’architettura automatizzata per razionalizzare ulteriormente le operazioni di sicurezza.

L’opinione dei clienti:
“McAfee ha compreso l’importanza di un approccio olistico e di un’ottimizzazione continuativa e lo sta dimostrando con il proprio framework e con la piattaforma aperta di gestione ePO,” ha affermato Norm Fjeldheim, CIO di Qualcomm. “Noi perfezioniamo costantemente il nostro approccio alla sicurezza, perciò è fondamentale collaborare con partner strategici che comprendano le nostre esigenze ed offrano la gamma di prodotti di McAfee. McAfee ci ha aiutato ad automatizzare molte attività comuni di sicurezza, consentendoci di migliorare la nostra efficienza nella gestione della sicurezza.”
“McAfee è l’unica azienda in grado di fornire sia sicurezza di rete all’avanguardia sia protezione per i sistemi per salvaguardarci dalle minacce su ogni fronte,” ha aggiunto Richard LaBella, manager corporate IT security di Citrix Systems. “Siamo entusiasti del nuovo e potente framework automatizzato in McAfee ePO 4.5 che ci aiuterà a razionalizzare i flussi di lavoro per migliorare l’efficienza operativa.”

Le principali caratteristiche di McAfee ePO 4.5
McAfee ePO è la piattaforma di gestione della sicurezza più scalabile oggi disponibile sul mercato, e consente alle aziende di qualsiasi dimensione di gestire, da un singolo server, fino a decine di dispositivi o addirittura centinaia di migliaia di dispositivi.


Gli ampliamenti di McAfee ePO 4.5 sono relativi alle seguenti aree:
Una migliore scalabilità enterprise grazie a una nuova architettura multilivello che è dotata di funzioni di bilanciamento del carico e supporto failover, e in grado di interfacciarsi con vari server per funzionalità migliorate di gestione delle policy e reporting.
Interfaccia Web personalizzabile migliorata grazie a una navigazione razionalizzata e miglioramenti nel reporting per fornire una visibilità immediata sullo stato di sicurezza dell’azienda. Grazie agli ampliamenti, l’interfaccia risulta più intuitiva e più efficace nel fornire una visibilità end-to-end sull’intero ambiente di sicurezza di un’azienda.
Flusso di lavoro e architettura automatizzata migliori per aiutare a minimizzare le vulnerabilità e a risparmiare il tempo degli amministratori speso nel portare a termine attività di normale amministrazione. Tale framework può utilizzare le funzionalità avanzate di tagging di ePO per aggiungere automaticamente protezione ai sistemi scoperti. Gli amministratori possono inoltre sviluppare policy di sicurezza per automatizzare la protezione basandosi sui profili degli utenti piuttosto che unicamente sui sistemi o i dispositivi (ciò risulta particolarmente rilevante nel caso di funzionalità di crittografia e/o filtering degli URL). Inoltre, una nuova integrazione dell’help desk con HP OpenView e BMC Remedy automatizza le funzioni di workflow e rende la sicurezza una parte trasparente delle attività IT.

“I dipartimenti IT hanno la necessità di consolidare e standardizzare la sicurezza affidandosi a un unico partner strategico per la fornitura dei più elevati livelli di sicurezza mantenendo i costi più bassi,” ha dichiarato Matt Fairbanks, senior vice president, product and solution marketing di McAfee. “Grazie all’ineguagliato portafoglio di prodotti di McAfee per la sicurezza di reti e sistemi, alle potenti tecnologie per la conformità, alla Global Threat Intelligence in tempo reale, e alla piattaforma di gestione della sicurezza basata su ePO, McAfee sta trasformando il modo in cui le aziende approcciano la sicurezza.”

Ulteriori informazioni su McAfee ePolicy Orchestrator o su come le soluzioni McAfee possono aiutare le aziende a raggiungere un’architettura ottimizzata per la sicurezza, sono disponibili all’indirizzo www.mcafee.com/optimize


Intraprendere Blog Network

Magazine Blog Network, è ad oggi il più grande network italiano di blog professionali. Per proporci delle partnership, cambi, collaborazioni, avere informazioni pubblicitarie, inviarci un comunicato stampa contattateci. Il network è gestito da Ariapertalab, casa editrice e laboratorio di idee guidato da Giuseppe Piro.


il nostro network