Al Barcamp di domani a Catania, TVBLOB offre un premio di cinquemila euro per la killer application TV

aprile 29, 2009 by · Leave a Comment
Filed under: Applicazioni, Articoli, Aziende, Nuovi prodotti, Televisione 

La nuova BLOBbox, high-tech made in Italy, combina televisione tradizionale con il Web e consente a chiunque di andare in TV.

Domani durante il Working Capital Barcamp organizzato da Telecom Italia nella cornice dell’ex-monastero dei Benedettini a Catania, TVBLOB, una società high-tech con sedi a Catania, Milano e Tokyo, offrirà un premio di cinquemila Euro per chi saprà proporre e realizzare la killer application per la TV connessa a Internet. Tale iniziativa si inquadra nel lancio del nuovo prodotto BLOBbox, presentato allo scorso Cebit di Hannover e realizzato in collaborazione con l’italiana Telsey.

Nel corso del Barcamp, conferenza informale o non-conferenza dove chiunque può prendere la parola e stimolare il dibattito, TVBLOB racconterà il percorso di progettazione e realizzazione della BLOBbox, il prodotto high-tech che unisce il meglio della TV Digitale Terrestre con la NetTV, il tutto in alta definizione con videoregistratore su hard disk, Podcast manager e piattaforma web aperta che già vede disponibili servizi come YouTube, Picasa, GMail, Miro, e le italiane VCast e Reeplay.it.

Oltre a essere un completo media center, la BLOBbox è piattaforma di sviluppo aperta mediante la quale chiunque può creare un servizio TV e renderlo disponibile a tutto il mondo sfruttando le competenze e le tecnologie tipiche del mondo web (HTML, Javascript e AJAX), le stesse con cui sono fatti tanti altri famosi siti per PC e telefonino.

“Lo spirito del Barcamp ispira e essere aperti e partecipativi e incoraggia il social networking e l’interazione spontanea, che e’ esattamente cio’ che la BLOBbox mira a offrire, trasponendolo alla TV” dice Fabrizio Caffarelli, fondatore di TVBLOB e imprenditore seriale che nella Silicon Valley, nei primi anni novanta, ha fatto partire la masterizzazione di massa con Easy CD Creator “E’ un piacere anche poter fare questo annuncio proprio a Catania dove lavora una buona metà del gruppo di sviluppo e test.”

L’azienda ritiene che con l’imminente passaggio di massa al digitale terrestre, una piattaforma TV connessa e aperta, basata su elettronica di consumo convenzionale, possa essere di grande interesse anche per le società di telecomunicazioni che potranno offrire Internet e IPTV a quegli utenti che oggi non hanno interesse nella banda larga residenziale, avendo a disposizione la tecnologia più aggiornata e senza gli svantaggi e i costi di piattaforme verticali gestite da un solo fornitore.

BLOBbox è ora disponibile per l’acquisto presso TecnologieCreative (http://www.tecnologiecreative.it ). Sono richiesti un normale televisore con un ingresso SCART o HDMI ed una connessione a banda larga.

Per maggiori informazioni sulla BLOBbox, si puo visitare:

http://www.tvblobbox.com . L’SDK gratuito e open source è disponible su BLOBforge (http://www.blobforge.com ), una comunità di sviluppo TV.

TVBLOB

TVBLOB è un’azienda di sviluppo di software e servizi con sedi a Milano, Catania e Kanagawa, Giappone. Per più di 5 anni, ha creato le sue piattaforme TV-centriche arricchite per fornire i servizi televisivi di eccezione della prossima generazione. BLOBbox è il primo prodotto consumer dell’azienda, realizzato in collaborazione con Telsey di Treviso, Italia.

Contatti

Giuseppe Pistorio, TVBLOB Catania Branch Manager, +39 095 093 1051

Link: BLOBbox


Oracle ha presentato Oracle Gadget Wizard for Google Apps

aprile 28, 2009 by · Leave a Comment
Filed under: Accordi 

Oracle presenta Oracle Gadget Wizard for Google Apps e il supporto per il Secure Data Connector di Google
La collaborazione tra Oracle e Google offre a clienti e partner un percorso aperto per ottimizzare le applicazioni CRM
Cinisello Balsamo (MI) – 28 aprile 2009

La notizia

Oracle ha presentato Oracle Gadget Wizard for Google Apps e il supporto per il Secure Data Connector di Google, con il debutto del supporto di Siebel CRM nei confronti di Google Apps e di Oracle Gadget Wizard per Google Apps.
La stretta collaborazione fra Oracle e Google permette alla clientela di sviluppare e implementare gadget Oracle nei Google Sites favorendo la scalabilità semplice e immediata delle applicazioni fino a diversi milioni di utenti senza doversi preoccupare della gestione dell’infrastruttura.
Le applicazioni Siebel CRM di Oracle possono interagire con il cloud Google in maniera flessibile e sicura attraverso Google Secure Data Connector, consentendo l’erogazione di applicazioni SaaS di nuova generazione senza produrre alcun impatto sulle risorse esistenti e includendo un supporto multi-tenancy per l’accesso sicuro ai dati aziendali anche da dietro i firewall.
Il supporto Siebel CRM di Google Secure Data Connector fornisce ai clienti un ambiente aperto in-the-cloud basato su Internet con la più libera scelta possibile in termini di linguaggio di programmazione, piattaforme Web aperte e massima portabilità. Oracle offre ai clienti l’opportunità di scegliere aiutandoli a integrare gli investimenti on-premise esistenti con i servizi on-demand.
Le aziende possono ora collegare determinati elementi di dati presenti al loro interno con i gadget di Oracle sui rispettivi Google Sites.
Con Oracle Gadget Wizard for Google Apps gli utenti hanno la possibilità di costruire facilmente i gadget senza dover avere conoscenze di programmazione: un approccio che favorisce lo sviluppo di gadget che fanno leva su Oracle CRM e che incideranno sullo sviluppo di gadget basati su Oracle CRM, dando così alla clientela e alla comunità di partner la possibilità di definire nuove applicazioni mobili o gadget, erogando velocemente nuove funzionalità.
I clienti e i partner possono scaricare Google Secure Data Connector al seguente link, nel rispetto dei relativi termini, condizioni e restrizioni.
Dichiarazioni a supporto

“Siamo davvero molto soddisfatti di collaborare con Oracle innovando con applicazioni SaaS competitive sul fronte del rapporto costo/prestazioni, affidabili e rivoluzionarie”, ha osservato Rajen Sheth, Senior Product Manager, Google Apps. “Grazie a questa collaborazione potremo fornire alle aziende tutti i vantaggi delle applicazioni CRM di Oracle in combinazione con i benefici in termini di collaborazione e produttività resi possibili da Google Apps”.
“Secure Data Connector di Google è essenziale per connettere i dati che risiedono dietro i firewall aziendali con i gadget e gli applicativi in-the-cloud basati sul Web”, ha sottolineato Mark Woollen, Vice President of Social CRM di Oracle. “Siamo entusiasti di vedere come Google offra un ambiente aperto e basato su standard nel quale gli sviluppatori possono creare con maggiore semplicità nuove applicazioni cloud-based in grado di interagire in tempo reale con le soluzioni Siebel CRM di Oracle in un ambiente on-premise. Questo collega Siebel CRM al cloud in maniera flessibile e al contempo crittografata, facendo di Google Secure Data Connector un altro utile strumento di innovazione per tutti i nostri clienti.”

 

Risorse a supporto

Google Secure Data Connector
Dimostrazione di Oracle CRM Gadgets e Google Secure Data Connector
Oracle Social CRM


Memopal Backup-Online da oggi si integra con software e servizi di aziende terze

aprile 28, 2009 by · Leave a Comment
Filed under: Applicazioni 

Pronta la piattaforma di Backup e Storage Online per gli operatori mobile, internet service provider e produttori di hardware.

Roma – 27 Aprile 2009: Memopal rende ufficialmente accessibile la propria piattaforma di Cloud Storage a tutte le aziende che vogliano integrare servizi di protezione e storage online con le loro soluzioni business e consumer.

“Abbiamo già firmato contratti con produttori di hardware, operatori leader nella telefonia, ed ISP” dichiara Marco Trombetti CEO Memopal, “Attraverso questo canale prevediamo di raggiungere oltre 10 milioni di utenti entro la fine del 2010”.

Grazie al nostro Software Development Kit (SDK) i partner Memopal possono integrare, personalizzandolo, il backup online nella loro offerta direttamente all’interno dei software, dei servizi o dei device hardware. La soluzione in White Label, invece, consente di rivendere servizi di storage e backup online con il proprio marchio. Il kit di sviluppo è già compatibile con Windows, Mac, Linux ed è localizzato in 11 lingue.

“Abbiamo sviluppato l’SDK per consentire l’integrazione tecnica con pochi giorni uomo di sviluppo. Per chi non vuole gestire i canali di billing e supporto abbiamo creato una soluzione chiavi in mano in white label” afferma Gianluca Granero Chief Technology Officer Memopal. “Oggi l’SDK è pensato per aziende medio-grandi, ma stiamo lavorando per rilasciare pubblicamente un SDK adatto a tutti gli sviluppatori. Memopal si differenzia da servizi come Amazon S3 per i costi più competitivi e perché gestisce applicazioni per sfogliare e ricercare i propri dati.”

I servizi Memopal sono disponibili in modalità SaaS (Software as a Service) oppure installabili direttamente nella server farm del partner. La piattaforma è offerta gratuitamente con un modello di business basato sul revenue-sharing.

Memopal è convinta che la maggior parte delle persone, entro i prossimi 10 anni, utilizzerà veloci dispositivi locali per creare e modificare i propri file conservando, però, tutti i propri dati su Internet. Laptop e desktop potranno essere sostituiti più facilmente e frequentemente, rendendo la propria “vita digitale” indipendente dal computer utilizzato.

Protezione e organizzazione dei file. Questo è quello che Memopal considera il “Next Big Thing” e il mercato dove Memopal vorrà essere con i propri partner.

Memopal in breve:

La mission di Memopal è proteggere ed organizzare i file degli utenti. Memopal, ha sviluppato una tecnologia di file system distribuito denominata MGFS che permette di sfruttare le somiglianze tra i dati per offrire agli utenti trasferimenti più veloci ed un basso costo per Gb. Memopal, entrata nel mercato nel 2008, è già considerata uno tra i leader del settore.

www.memopal.com


Samsung Mondi

aprile 27, 2009 by · Leave a Comment
Filed under: Palmari 

 

 

Questo video mostra le caratteristiche fondamentali del Samsung Mondi, il nuovo MID capace di operare sul network WiMAX. Dotato di touch screen e di numerose opzioni, il Mondi possiede tutte le principali funzioni di un piccolo laptop.


Pagina successiva »

Intraprendere Blog Network

Magazine Blog Network, è ad oggi il più grande network italiano di blog professionali. Per proporci delle partnership, cambi, collaborazioni, avere informazioni pubblicitarie, inviarci un comunicato stampa contattateci. Il network è gestito da Ariapertalab, casa editrice e laboratorio di idee guidato da Giuseppe Piro.


il nostro network