Multi Pec e la pec massiva

febbraio 1, 2018 by · Leave a Comment
Filed under: tecnologia 

L’invio della posta elettronica certificata massiva a più destinatari è il punto di forza di Multi Pec, un applicativo proposto dall’azienda friulana Start Up Srl che consente di evitare uno dei grandi difetti della pec, e cioè l’impossibilità di usare il campo CCN per inviare un messaggio a diversi destinatari nello stesso momento. Con questa utility, invece, la pec massiva diventa una realtà, dal momento che è sufficiente un semplice clic per scegliere i destinatari a cui inviare i propri messaggi da una casella di posta elettronica certificata. Una volta che il messaggio è stato scritto, o copiato da un’altra fonte e incollato, è possibile allegare dei file, se necessario, e poi spedire la pec. Chi lo desidera ha l’opportunità di personalizzare sia l’oggetto che il corpo del messaggio, approfittando della praticità della funzione Stampa/Unione.

Con Multi Pec è consentito l’invio di mail di posta elettronica certificata e di posta elettronica tradizionale, ma anche di sms: a seconda delle esigenze che devono essere soddisfatte si può conseguire l’obiettivo desiderato, con un software alla portata di tutti che si rivela ideale sia per le aziende che per i professionisti, dagli avvocati ai commercialisti. La notevole configurabilità è uno dei tratti più interessanti di questo strumento, che offre a chi lo utilizza l’opportunità di organizzare il database dei destinatari all’interno di un foglio di calcolo Excel suddiviso in colonne; la sua gestione si basa su vari filtri, utili per distinguere o per raggruppare i destinatari in vari insiemi.

Usare Multi Pec è davvero facile, come dimostra il fatto che tutti gli indirizzi di posta elettronica (certificata e tradizionale) che vengono selezionati possono essere riutilizzati: basta copiarli negli appunti e poi incollarli in qualsiasi altro applicativo che si stia impiegando, inclusa la propria casella di posta. Il limite nativo delle pec, e cioè il non poter spedire lo stesso messaggio in contemporanea a più di un destinatario, viene superato con grande praticità: anche senza usare il campo CCN chi riceve i messaggi non può conoscere gli indirizzi degli altri destinatari. La riservatezza di ognuno, dunque, è sempre rispettata.

In effetti la sicurezza e la trasparenza sono i punti di forza più rilevanti di Multi Pec: lo dimostra il fatto che tutti gli invii che vengono effettuati sono registrati, per poi essere tenuti in archivio all’interno di un file di log. E chi vuole può usare il software anche per inviare degli sms, i quali sono a loro volta tracciati.

 

TeamSystem software suite: una soluzione per qualunque necessità

novembre 25, 2017 by · Leave a Comment
Filed under: tecnologia 

Che si tratti di un’azienda o di un professionista, un’attività non richiede solo professionalità e qualità dei servizi offerti. Sono numerosissime, infatti, le incombenze gestionali che vanno curate nel dettaglio, anche per non rischiare di incorrere in sanzioni spesso molto severe. A tale scopo, un aiuto enorme è offerto da TeamSystem software suite: un’ampia gamma di software che offrono la soluzione più adatta ad ogni tipo di esigenza.  

 

Contabilità e conservazione digitale: velocità e precisione a portata di click

La gestione della contabilità come anche il rispetto degli obblighi di conservazione digitale dei documenti sono attività necessarie e delicate con cui le aziende e gli studi di commercialisti devono quotidianamente fare i conti. TeamSystem offre una grande varietà di strumenti che rendono tutto molto più semplice e veloce, riducendo fortemente il rischio di errori umani. I software TeamSystem consentono infatti di automatizzare la maggior parte dei processi garantendo un grande risparmio in termini di tempo e di spazio. Per la fatturazione vengono in aiuto strumenti come Agyo, per la fatturazione elettronica e servizi ad essa correlati, FEPA, per l’invio delle fatture elettroniche in XML alla Pubblica Amministrazione, Fatture in Cloud, per la fatturazione online accessibile ovunque e da qualsiasi dispositivo. E, ancora, TeamSystem ha ideato Reviso, per la gestione amministrativa dell’azienda e Movimenti Bancari, per l’importazione automatica degli estratti conto della banca e la riconciliazione dei movimenti con le operazioni contabili. Indispensabile poi, è CCT per procedere alla conservazione in Cloud dei documenti e IDSign, per firmare qualsiasi documento elettronico con diversi tipi di firma (elettroniche, elettroniche avanzate e qualificate).

 

La gestione del personale e delle vendite non è mai stata così semplice

Anche la gestione dei clienti, delle merci come pure dei dipendenti e collaboratori possono comportare un notevole dispendio di tempo e risorse. Per agevolarli in tale compito TeamSystem offre ai propri clienti due soluzioni: TustenaGo, ideale per gestire le trattative con i clienti e organizzare la rete di vendita e OTTO, un valido aiuto per la gestione della nota spese e delle attività di dipendenti e collaboratori.

 

Strumenti completi ed efficaci al servizio dell’avvocato

Gli adempimenti che gravano sugli studi legali sono davvero tanti e nella maggior parte dei casi sono fondamentali per la stessa validità delle attività svolte dagli avvocati. Per essere certi di rispettare tutte le regole previste dalla normativa di riferimento esiste una TeamSystem software suite davvero completa e conveniente: Avvocatura Digitale. Si tratta di una suite che include tre soluzioni in Cloud: Legal Assistant e Easy PDA di TeamSystem (acquistabili anche singolarmente) e G Suite di Google. Legal assistant supporta gli avvocati nella stesura di documenti normativi mentre Easy PDA nasce per coadiuvare i professionisti nella consultazione e nel deposito di tutti gli atti previsti dalla normativa. Completa l’offerta TeamSystem EasyNota, in grado di generare le note di iscrizione al ruolo su codice a barre da mandare alla Cancelleria.

 

Ad ogni servizio il suo software specifico

Ma l’offerta TeamSystem non si ferma qui. Sono disponibili infatti software gestionali per ogni tipo di attività: dalla ristorazione (CassaNova) alle palestre e SPA (FlipTonic), dal settore alberghiero (Web Hotel) ai siti Ecommerce (MYTHO) fino alle soluzioni in Cloud per raccogliere tutte le informazioni utili agli operatori socio-sanitari che prestano interventi sul territorio (ePersonam). L’offerta TeamSystem è davvero ampia e completa: impossibile non trovare il servizio più adatto alla propria attività.

Corsi CEF: metodologia vincente

ottobre 24, 2017 by · Leave a Comment
Filed under: tecnologia 

Di corsi di formazione professionale ce ne sono a centinaia eppure quelli offerti da CEF – Centro Europeo di Formazione stanno riscuotendo in questi ultimi anni un successo sempre più intenso. Qual’è il motivo che sta alla base di questo successo? Qual’è l’elemento discriminante, quello che rende il CEF migliore rispetto ad altri centri di formazione? Sicuramente è la metodologia scelta, quella cioè dei corsi a distanza.

 

Quello dei corsi di formazione a distanza, che cadono sotto l’acronimo di FAD, è un settore che ha già riscosso in passato innumerevoli successi in altri paesi del mondo. Pensiamo, ad esempio, agli Stati Uniti d’America dove ogni genere di corso è fruibile direttamente online, anche i corsi scolastici e quelli universitari. Qui da noi in Italia si tratta invece di un settore del tutto nuovo, del quale solo adesso stiamo scoprendo i vantaggi e le opportunità, un settore che rende possibile l’accesso al mondo del lavoro ad un numero sempre maggiore di persone.

 

Ed è proprio questo il dato interessante. Sì, perché il nostro è un paese che vive una intensa crisi lavorativa: pochi posti di lavoro, disponibili solo a coloro che dimostrano di avere già una certa esperienza, e solo in pochi casi davvero soddisfacenti dal punto di vista di orari, opportunità e ovviamente stipendio. Capite bene che in una situazione di questa tipologia poter disporre di corsi che aprono nuove opzioni e che permettono di avere la strada spianata per l’accesso al mondo del lavoro è di fondamentale importanza, corsi che non sono adatti, ci sentiamo in dovere di sottolinearlo, solo ed esclusivamente ai più giovani, ma a tutti coloro che vogliono potersi mettere di nuovo in discussione.

 

I corsi cef sono corsi a distanza davvero di altissimo livello le cui lezioni e i cui supporti tecnologici per la didattica sono progettati e realizzati solo ed esclusivamente con la collaborazione di veri esperti del settore così che niente possa essere lasciato al caso, così che il corso possa risultare davvero performante, efficiente, capace di garantire la preparazione migliore possibile per quello specifico lavoro. Questo significa che il cliché secondo il quale un corso a distanza non sarà mai elaborato come un corso in aula, né altrettanto complesso, cade del tutto. Anche i corsi a distanza sono elaborati, con una struttura complessa e garantiscono nozioni di elevatissimo livello. Non prendeteli insomma alla leggera!

 

Ma non è tutto, i corsi CEF a distanza sono pensati infatti anche per poter essere modulati in modo semplicemente impeccabile sulla base delle specifiche esigenze di ogni corsista, cosa questa che invece non è affatto possibile ottenere con i corsi di stampo classico. Ogni corsista può infatti studiare alla propria personale velocità, al proprio ritmo, senza fretta, senza ansie né stress, può chiedere aiuto al docente in ogni momento in cui ne abbia bisogno e può ovviamente scegliere anche le scadenze dei lavori da consegnare e le date delle verifiche. Ogni singolo elemento del corso è insomma calibrato in modo impeccabile sulla base delle sue esigenze personali, della propria capacità di apprendimento, dei propri impegni. E così si rende possibile studiare anche a coloro che hanno un lavoro, che vanno all’università o a scuola, che hanno una famiglia, magari con bambini piccoli al seguito.

 

Nel corso di una decina di anni i corsi CEF hanno permesso a migliaia di allievi di portare a termine i loro obiettivi e oltre il 60% di loro ha trovato lavoro proprio grazie alla professionalità che il corso gli ha garantito di ottenere. Una metodologia vincente insomma che merita tutta l’attenzione di coloro che desiderano tanto poter seguire un corso di formazione professionale.

Modellismo di elicotteri: il funzionamento in volo

giugno 26, 2017 by · Leave a Comment
Filed under: Gadget 

Elicotteri, aerei, droni: l’ebrezza del volo

Difficilmente si trova qualcuno che non si faccia affascinare dall’idea del volo: è una chimera che ha attraversato i secoli, accompagnando l’uomo dai tempi di Icaro fino ad oggi.

Ma se il figlio di Dedalo ha esagerato e, per non essersi saputo accontentare, è caduto in mare, oggi l’aereo modellismo consente a tutti di volare, senza levare i piedi da terra, eliminando così il fattore rischio e il fattore paura dell’aria.

Ma una cosa è certa: per portare in volo un aereo, un elicottero o un drone, è meglio avere qualche nozione sul funzionamento del velivolo.

Nel modellismo degli elicotteri, ad esempio, vi sono alcuni elementi che è meglio conoscere per comprendere cosa succeda quando si spostano gli stick (levette) del radiocomando: pale, rotore principale, rotore di coda, ecc…

Rotore principale e rotore di coda

Il componente che più di ogni altro attira l’attenzione in un elicottero sono le pale principali. Queste sono mosse dal rotore, l’elemento finale della trasmissione impressa dal motore.

Volendo prescindere da spiegazioni fisiche complesse, che chiamerebbero in causa effetti giroscopici, leggi di conservazione del movimento angolare, e molto altro, è sufficiente dire che la rotazione rapidissima delle pale provoca una reazione fisica, che grazie alla forza centrifuga, fa mantenere in verticale il piano di rotazione del rotore principale.

Senza nessun tipo di correzione, l’elicottero inizierebbe a girare su se stesso, anche se in direzione opposta a quella delle pale. Per ovviare a questo problema, è stata installata nella coda dell’elicottero un’ulteriore elica (di dimensioni ovviamente ridotte), spinta da un piccolo rotore posto verticalmente. Collegata al motore tramite ingranaggi e cinghie dentate, l’elica di coda gira 5 volte più rapidamente dell’elica principale e ne contrasta la rotazione.

Come sale e come scende l’elicottero

Ad uno sguardo poco attento, potrebbe sembrare che l’elicottero salga grazie alla velocità di rotazione delle pale e scenda diminuendo questa stessa velocità. Ma è un errore. Infatti, una volta raggiunta quella “di crociera”, la velocità delle pale rimane invariata.

Ciò che consente all’elicottero di decollare ed atterrare è invece l’inclinazione delle pale principali (e di riflesso anche di quelle di coda). Tale inclinazione è detta “passo” ed è proprio questa che consente di aumentare o diminuire la portanza dell’aria (e quindi di salire o di scendere).

Nel modellismo degli elicotteri la tecnologia del passo non è disponibile nei velivoli più semplici (coassiali), ma la si ritrova comunque in tanti altri modellini, anche a prezzi accessibili.

Anche il rotore di coda varia la propria inclinazione (passo) per aumentare o diminuire la capacità di contrasto della rotazione delle pale principali.

Avanti – indietro e destra – sinistra

Riassumendo: la rotazione delle pale principali consente all’elicottero di mantenere la posizione nel piano verticale; la rotazione delle pale di coda impedisce che il velivolo ruoti su se stesso; l’inclinazione delle pale consente il decollo e l’atterraggio.

Ma per andare avanti e indietro? E per spostarsi a destra e a sinistra?

Il movimento avanti e quello all’indietro sono dati dall’inclinazione di tutto il piatto di rotazione del rotore principale rispettivamente in avanti e indietro.

Simmetricamente, l’inclinazione laterale è effettuata con lo spostamento a destra e a sinistra dello stesso piatto di rotazione del rotore.

Infine, se si vuole far girare il muso dell’elicottero da una parte o dall’altra, si farà intervenire il rotore di coda: la variazione dell’inclinazione delle pale di coda consente all’elicottero di girare a destra o a sinistra.

Acrobazie 3D negli elicotteri da modellismo

Nel modellismo degli elicotteri sono poi previste le acrobazie 3D, una tecnica che non tutti i modelli pilotati dagli uomini possono permettersi: ruotato di 180 gradi, il peso dell’elicottero romperebbe le pale.

Piatti con angoli di rotazione del rotore principale a 120 gradi consentono invece ai modellini radiocomandati di effettuare delle acrobazie uniche e spettacolari.

Ma attenzione, per non fare la fine di Icaro, sarà necessario progredire lentamente nella pratica del pilotaggio, magari iniziando da un simulatore al pc, studiando attentamente il funzionamento degli stick presenti sul radiocomando: quello di destra per l’inclinazione in avanti e indietro e destra sinistra del rotore principale; quello di sinistra per aumentare il numero di giri di rotazione e per modificare il passo e per la rotazione dell’elicottero sull’asse orizzontale.

Pagina successiva »

Intraprendere Blog Network

Magazine Blog Network, è ad oggi il più grande network italiano di blog professionali. Per proporci delle partnership, cambi, collaborazioni, avere informazioni pubblicitarie, inviarci un comunicato stampa contattateci. Il network è gestito da Ariapertalab, casa editrice e laboratorio di idee guidato da Giuseppe Piro.


il nostro network