Skebby presenta la versione 3.12 : sms gratis illimitati Skebby su Skebby

Photobucket

Skebby annuncia oggi il rilascio della versione 3.12 e contestualmente l’aggiornamento del sito www.skebby.it  che semplifica la comunicazione ed i processi di installazione ed acquisto sms. Skebby 3.12 da oggi in Java, prestissimo sarà disponibile anche in Symbian 2nd con performance ancora migliori e meglio ottimizzata.

Fra tutte le moltissime novità incorporate nella nuova versione di Skebby la più importante è senza dubbio il servizio innovativo freeSMS skebby in, per scambiare messaggi gratuiti e senza limiti over-the-air tra utenti Skebby. Alla ricezione di un sms con questa modalità si verrà avvisati con uno squillo (Java) o con un suono di alert/popup (Symbian); successivamente, basterà aprire il programma e scaricare il messaggio. Il tutto spendendo mediamente 1 centesimo per ogni messaggio inviato/ricevuto se si usa la rete e gratis se si ha sim Tre o una tariffa dati flat o si usa Wi-Fi. Non solo con Skebby si potrà associare più numeri di telefonino al proprio account e personalizzare così il numero di mittente ad ogni sms se lo si desidera.

Davvero una grande soddisfazione per la giovane azienda che prima in Italia ha lanciato il programma per l’invio di sms gratis via Internet dal cellulare. Definito dai mass media “lo Skype degli SMS“, con la nuova versione Skebby si avvicina sempre più a questa definizione.

Skebby è oggi uno dei programmi più utilizzati in assoluto in Italia per inviare sms risparmiando sui costi imposti dagli operatori. Il funzionamento fino ad oggi si è basato sul servizio freeSMS siti, disponibile anche sulla nuova versione, che sfrutta la connessione dati del cellulare per collegarsi alla rete ed inviare sms tramite i servizi gratuiti presenti sui siti degli operatori mobili/ Internet.

Tramite il nuovo programma Skebby offrirà la possibilità di fare tutto ciò che è necessario per usare Skebby (es. scaricare, installare, configurare il programma, iscriversi e acquistare credito) direttamente dal telefonino senza dover più passare dal sito web.

Con questa nuova versione Skebby punta a facilitare ed incentivare la diffusione del programma attraverso il passaparola tra i suoi giovani utenti, infatti se uno ha Skebby e lo propone ai suoi amici potrà scambiare subito con loro sms gratis illimitati. Con l’opzione “Invita un amico” si potrà passare Skebby agli amici direttamente dal cellulare via sms/bluetooth, inoltre con l’opzione “Trasferisci credito” Skebby consente il trasferimento del credito tra i propri utenti. In altre parole uno acquista una ricarica Friends&Family con un ulteriore 20% di sconto e poi la trasferisce agli amici/parenti massimizzando il risparmio di tutti o guadagnandoci.

Dopo un anno di rodaggio Skebby alza il tiro e punta a diventare l’applicazione di default sia per l’invio che per la ricezione degli SMS, anche di quelli inviati dalla SIM. Con il nuovo servizio freeSMS sim sarà possibile, infatti, inviare gli sms gratis eventualmente disponibili sulla sim senza più sbagliare. Con l’opzione “Analizza rubrica” l’utente potrà conoscere l’operatore di tutti i contatti in rubrica prima dell’invio e, se lo desidera, anche farsi una copia dei contatti del telefonino online come back up. Anche chi non inviasse molti SMS può sfruttare questo servizio innovativo perchiamata.

“Con la versione 3.12 di Skebby ed il sito completamente rinnovato portiamo sul mercato– dice Davide Marrone il suo giovanissimo ideatore – un programma per cellulari altamente innovativo ma alla portata di tutti. Ora vogliamo portare Skebby fuori dal web, sulla strada, nelle scuole. Solo in Italia ci sono milioni di ragazzi che hanno un telefonino con cui ormai fanno tutto, ma che non frequentano molto il web (magari a casa non hanno ancora la banda larga). Ecco, la scommessa è far sì che anche un ragazzo che non è mai andato su Internet possa usare Skebby”.

Mobile Solution Srl, proprietaria del marchio Skebby™ (www.skebby.it ), è un giovane azienda che opera nell’innovativo settore dei servizi Internet da mobile. Prima in Italia ha lanciato il programma per l’invio di SMS gratis via Internet dal telefonino. Mobile Solution può contare su 350.000 utenti unici al mese, oltre 65.000 utenti registrati e circa 23.000 che usano il programma dal cellulare e che hanno inviato ad oggi oltre 12.000.000 di sms gratis con Skebby. La società invece si sostiene attraverso la rivendita di sms economici qualora quelli gratuiti non fossero disponibili/sufficienti. Recentemente Mobile Solution ha rafforzato la sua struttura con l’ingresso di Luigi Orsi Carbone, già fondatore di ePlanet (oggi Retelit) e Stefano Quintarelli, già fondatore di I.NET rispettivamente Presidente e consigliere di amministrazione che affiancano Davide Marrone (26 anni), fondatore di Skebby e Vice Presidente. La società ha i propri uffici a Milano presso l’Acceleratore di Impresa del Politecnico.


Quanto costa veramente un sms alle compagnie telefoniche? Nulla!

A sostenerlo è il professor Srinivasan Keshav dell’Università di Waterloo in Canada, interpellato da un senatore statunitense che aveva interrogato in proposito le società telefoniche senza ottenere alcuna risposta. I messaggini, infatti, viaggerebbero nascosti nel segnale che collega il cellulare al ripetitore, senza costi aggiuntivi per le compagnie, che però li fanno pagare agli utenti.

Tremano le compagnie di telefonia mobile di tutto il mondo, perchè un senatore americano, Herb Kohl, ha scoperchiato un argomento che potrebbe far perdere loro milioni di euro: il costo degli sms per gli operatori. Kohl, nello scorso settembre, ha chiesto alle maggiori compagnie americane di telefonia mobile quale sia il costo che devono sostenere per l’invio dei messaggini, ma non ha ricevuto risposta. Invece di arrendersi però, il tenace senatore ha chiesto spiegazioni all’Università di Waterloo in Canada, trovando la collaborazione del professore di informatica Srinivasan Keshav. Keshav ha spiegato che l’sms non costa nemmeno un centesimo alle compagnie: infatti sono talmente piccoli (140 byte) che possono “nascondersi” nel segnale che collega il cellulare al ripetitore, segnale sempre presente, anche quando non transitano sms. Questo spiegherebbe anche perchè i messaggini hanno un limite nel numero dei caratteri: sforando i 160 (numero di caratteri attualmente previsti per l’invio di un singolo messaggio), vengono superati anche i 140 byte. In questo modo è la compagnia a pagare per l’invio, perchè non può più far viaggiare il messaggio nel segnale a costo zero. Insomma, le compagnie pagherebbero solo per l’invio di quegli sms che superano i 160 caratteri. Dalle compagnie, americane quanto europee, nessun commento e nessuna risposta esauriente.